Ispiravit et labora!

Come trasformare i nostri spazi e lavorare bene

casa moderna open space tavolo legno con sedie colorate e tappeto a strisce nel sottofondo salotto bianco con divani e piatti colorati appesi al muro bianco
C

reare il proprio ufficio a casa ha comportato una rivalutazione degli spazi abitativi e lavorativi. La casa ha cambiato ruolo per includere anche il lavoro non solo per i liberi professionisti. Come abbiamo organizzato i nostri spazi? Abbiamo dato abbastanza importanza al benessere della mente e del corpo? Gli strumenti ad uso ufficio hanno avuto la meglio?

Non tutti abbiamo ampi spazi che possono accomodare le nuove esigenze e allora partiamo alla ricerca di soluzioni facilmente scomponibili per trasformare la nostra casa in un luogo per vivere, dormire, interagire, condividere, rifugiarsi e anche rapportarsi con la natura e, soprattutto, dove ognuno può esprimere la propria identità.

Allestire in casa una postazione di lavoro, che sia adeguata e confortevole, richiede alcune considerazioni.

Ogni spazio della nostra casa dovrebbe essere curato e dedicato ad un certo scopo o attività. 

Lo spazio lavorativo può essere allestito in zone diverse secondo il tipo di mansione che svolgiamo. Questo ci aiuta a cambiare posizione e spezzare la giornata, organizzando il nostro programma, sfruttando tutti gli ambienti che la casa ha da offrire e staccando realmente la spina quando facciamo una pausa pranzo o quando abbiamo finito di lavorare.

Spazio lavorativo minimalista, tavolo legno rotondo, sedia bianca, tappeto bianco, parquet, lampada in alluminio e piante
Due sedie in vimini con comodino all'esterno di una casa bianca con finestre azzurre, piscina davanti e palma

Il digitale predomina nelle nostre riunioni, organizzazione del lavoro, nuove tecnologie, spazio fisico che diventa sempre più flessibile ai cambiamenti.

Il nuovo spazio lavoro deve essere soprattutto: attraente (per allettarci ed essere motivati a lavorare), efficiente (assicurando comodità e funzionalità) ed efficace (offrendo una disposizione su misura per assecondare le dinamiche professionali e domestiche).

Quando abbiamo problemi di concentrazione, a volte può essere che abbiamo troppe cose in testa e non sappiamo fare ordine di priorità su dove cominciare. Avere una zona dove meditare e prendere consapevolezza aiuta a svuotare i pensieri, evitare le distrazioni e ripartire più carichi.

Osserviamo la nostra casa, cerchiamo posti che normalmente non sfruttiamo che potrebbero diventare angoli rilassanti. Curiamoli e rendiamoli utili e unici. Utilizziamo colori, candele, fragranze e pochi oggetti che ci fanno stare bene e ci ispirano la calma, stando attenti a non creare disordine.

Ricordi
Rifugio
Sedia grigia tonda comoda con cuscini su sfondo bianco, parquet, pianta grassa, lavagna nera appesa e comodino legno
Relax
Libro blu su comodino in legno con porta fiori in vetro e fiori gialli a pallina accanto a un divano blu con sfondo parete celeste
Ispirazione
C

omodità e funzionalità sono i due obiettivi che i Designer stanno perseguendo. Nuovi elementi di considerazione sono entrati a far parte della nostra cultura, come la flessibilità, la tecnologia, la sostenibilità e l’inclusione. La ricerca dell’armonia estetica e dell’autorealizzazione, al centro delle aspirazioni di ogni essere umano, si è spostata dallo spazio sociale a quello interno della casa.

Cristiane Parisi, Designer e Creative Director di ambienti residenziali e commerciali, pianifica soluzioni che si adattano a queste nuove esigenze.