Ispiravit et labora!

Il potere benefico delle piante

foglie tigrate verde scuro e chiaro in primo piano
O

gni giorno, la nostra salute e il nostro equilibrio psicofisico dipendono anche dal rapporto che riusciamo a instaurare con gli elementi naturali che sono intorno a noi. Più ce ne allontaniamo, più ne sentiamo le conseguenze. Per questo motivo le piante hanno un ruolo importante nelle nostre case, creando spazi armoniosi che incoraggiano la calma e il rilassamento necessari al benessere.

Secondo studi effettuati dalla comunità scientifica, le piante possono migliorare nettamente la qualità dell’aria negli ambienti chiusi, assorbendo sostanze inquinanti e agendo da filtri naturali.

Ogni spazio è più adatto a un certo tipo di pianta.

Le piante profumate possono andare bene all’entrata della casa o nel corridoio per dare il benvenuto e cambiare il nostro stato d’animo quando attraversiamo l’uscio.

La comunissima Gerbera ha l’abilità di filtrare componenti nocive nei materiali che usiamo quotidianamente, come il tricloroetilene (che si trova nella vernice e nell’inchiostro delle stampanti), la formaldeide (che si trova nei tessuti sintetici) e lo xilene (che si trova nei pellami e nei gas di scarico dei veicoli). A differenza di altre piante, produce ossigeno anche la notte. Altre piante che migliorano la qualità dell’aria sono i Gigli fenicottero (Anthurium andraeanum), il Fico piangente (Ficus benjamina) e la Palma di bambù (Chamaedorea seifrizii).

Le orchidee sono una festa per i nostri occhi. Alcune sono anche profumate, come l’Orchidea Burrageara “Nelly Isler”, commercializzata con il nome di Cambria, che ricorda il limone. La Gardenia jasminoides J.Ellis è una pianta appartenente alla famiglia delle Rubiaceae e ha una fragranza molto particolare. Il Gelsomino del Madagascar (Stephanotis floribunda) è una rampicante vigorosa con infiorescenze a grappolo bianche a forma di stella. La Gardenia thumbergia, con i suoi fiori bianchi profumati e le foglie lucide e verdi, essendo una pianta tropicale è adatta alle zone più luminose della casa ma non ama i raggi diretti del sole.

Il Geranio porta il balcone nei nostri interni. Trova il suo posto ideale al sole o in finestra.

gardenia
Fiori dell'orchidea, viola scuro con centro tigrato bianco
Orchidea
piante di geranio fiorito in balcone con fiori rosso, e rosa variegato
Gerani
Fiore del gelsomino in primo piano, bianchi con boccioli aperti e chiusi
Gelsomino
N

ella camera da letto, le rampicanti creano un sentiero immaginario dove far correre i nostri sogni quando ci stiamo per addormentare. La Vite di Giada (Strongylodon macrobotrys), variegata e decorativa con lunghe ramificazioni tortuose, il Pothos o il Rampicante delle Canarie (Senecio Tamoides) con i suoi fiori gialli simili a margherite, pendono decorosamente dalle mensole o da un cesto sospeso. Per i romantici, la Ceropegia ha le foglie a forma di cuore. La pianta d’incenso (Plectanthrus madagascariensis) è sempreverde e molto resistente. Con le foglie morbide e vellutate e i fiori delicati si adatta al terrazzo o al pergolato.

Vasi di piante verdi in casa uno accanto all'altro

Il bagno tende ad avere un tasso di umidità alto e meno luce. Può essere adatto alle piante che gradiscono quest’ambiente, come le felci e i muschi (Selaginella kraussiana). La pianta ragno (Clorophytum) crea una bellissima cascata con sfumature verdi.

La Haworthiposis attentuata (pianta zebra) è una pianta grassa, facile da curare e offre una decorazione di effetto a un davanzale o ripiano.

Vasi di diversi colori con piante rampicanti pendenti dall'alto su sfondo bianco
Doccia in marmo con porta di vetro e piante pothus rampicanti che pendono dentro
Erbe da cucina in vaso appese al muro bianco di una cucina con sotto elettrodomestico bianco e rotolo carta
bevanda fresca al limone e menta sul tavolo con la menta fresca accanto

La cucina può essere dedicata alle erbe culinarie, piante commestibili e rimedi naturali.

Oltre al classico basilico, la menta selvatica (Mentha longifolia) è una pianta perenne. L’aglio selvatico (Tulbaghia violacea), erba cipollina, rosmarino, salvia, verbena al limone, dragoncello, lavanda, timo e aneto si possono usare per insaporire i nostri piatti e preparare cocktail speziati.

La rosa canina, ricca di vitamina C, rinforza la carica di uno smoothie.

Con le piante possiamo anche preparare bevande stimolanti, rinfrescanti e rimedi, come il preparato antisettico a base di acqua calda, salvia, limone e miele per calmare un mal di gola o un infuso al finocchio o menta per aiutare la digestione.

Naturali e rilassanti da guardare, profumate e (se commestibili) anche saporite, le piante sono il piacere dei nostri sensi.

E allora…Gaude et Labora!

Thomas Pellizzaro è un Garden Designer e cura con molta attenzione il rapporto con le piante, la sua passione.