Ispiravit et labora!

Come essere originali e ispirare la creatività

pennellate verticali su muro bianco nei colori dell'arcobaleno
V

i è mai venuto il dubbio se una vostra idea fosse davvero originale? Nel libro “Originals” Adam Grant, dopo ampia ricerca su casi concreti di persone che hanno proposto nuove idee e soluzioni per migliorare la vita culturale e commerciale nella società, identifica i fattori di successo che hanno portato queste idee a diventare progetti reali all’avanguardia.

Un fatto interessante è la tempistica. Potremmo pensare che le idee originali vengano concepite velocemente e messe sul mercato con altrettanta rapidità, per paura di essere copiate.

Le idee originali non vengono concepite velocemente…

Ma invece all’autore risulta che nella maggior parte dei casi sono il frutto di meditazione, procrastinazione e attesa del momento giusto sia da parte dell’inventore che la elabora, che da parte del pubblico che riceve l’idea e la deve metabolizzare.

Il libro insegna che le idee più promettenti cominciano con una novità e poi aggiungono familiarità per renderle accettabili e pratiche. Invece di prendere per scontato che gli altri condividano le nostre idee o convincerli ad abbracciare i nostri principi dovremmo presentare i nostri valori come mezzo per perseguire i loro. E’ difficile cambiare gli ideali delle altre persone, piuttosto meglio collegare i nostri obiettivi con i valori che già condividiamo.

Adam Grant ci spiega cosa possiamo fare per portare avanti le nostre idee innovative e farle crescere senza abbandonarle. Perché un “errore di omissione”, ovvero la rinuncia a dire o fare qualcosa che sentiamo veramente, porta a un maggiore pentimento rispetto ad un “errore di commissione”, cioè le conseguenze e i rischi di portarle a termine.

foto bianco e nero di una strada con un cartello con scritto don't give up